22 A 2. STRAB. XIV 632-3. Dice [Ferecide; F.Gr.Hist. 3 F 155 I 99] che la colonia degli Ioni, poi eolica, fu comandata da Androclo, figlio legittimo di Codro re degli Ateniesi, e che fu lui il fondatore di Efeso. Per questo vi è stata innalzata la reggia degli Ioni ed anche ora i discendenti di quella stirpe sono chiamati re ed hanno determinati onori, la proedria nelle gare, la porpora segno di stirpe regale, il bastone invece dello scettro, la possibilità di assistere ai riti sacri di Demetra Eleusinia [cfr. DIOG. LAERT. IX 6 = A 1]. 22 A 2. STRABO XIV p. 632. 633 ἄρξαι δέ φησιν (Pherekydes FGrHist. 3 F 155 I 99) Ἄνδροκλον τῆς τῶν Ἰώνων ἀποικίας, ὕστερον τῆς Αἰολικῆς, υἱὸν γνήσιον Κόδρου τοῦ Ἀθηνῶν βασιλέως, γενέσθαι δὲ τοῦτον Ἐφέσου κτίστην. διόπερ τὸ βασίλειον τῶν Ἰώνων ἐκεῖ συστῆναί φασι, καὶ ἔτι νῦν οἱ ἐκ τοῦ γένους ὀνομάζονται [I 143. 25 App.] βασιλεῖς ἔχοντές τινας τιμάς, προεδρίαν τε ἐν ἀγῶσι καὶ πορφύραν ἐπίσημον τοῦ βασιλικοῦ γένους, σκίπωνα ἀντὶ σκήπτρου, καὶ τὰ ἱερὰ τῆς Ἐλευσινίας Δήμητρος. vgl. I 141, 7.